NEWS

COME SCEGLIERE L’ABBIGLIAMENTO DA LAVORO GIUSTO?


 

 

NE PARLIAMO CON MICHELE MONTAGNA DOCENTE DI ERGONOMIA, PREVENZIONE E TRATTAMENTO DEI DISTURBI MUSCOLO SCHELETRICI SUL LAVORO E CERTIFICATO FORMATORE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

 

Quando si parla di Sicurezza sul Lavoro si fa riferimento a tutta una serie di norme europee, disposizioni e apparati che possano tutelare il lavoratore.

Si pensa alle scarpe antinfortunistiche, al caschetto, ecc. ma non si pensa che anche l’abbigliamento ha un’importanza fondamentale, perché più è studiato e mirato per un utilizzo specifico - che passa attraverso rigidi criteri di selezione e controlli - più chi lo indossa acquista libertà di movimento e funzionalità.
E questo, assieme a tutti gli altri Dispositivi di Protezione Individuale, riduce il rischio di incidenti sul lavoro.

Pensiamo a chi come il meccanico e il gommista o il piastrellista e il palchettista sono portati, nello svolgimento del proprio lavoro, a inginocchiarsi e accovacciarsi di frequente; ad aver bisogno di attrezzi che devono essere a portata di mano, ecc.
Se gli abiti da lavoro usati non sono pratici, funzionali, sufficientemente elasticizzati e comodi, lavorare diventa ancor più faticoso: uno stress, dal punto di vista psicologico e fisico, del tutto inutile.

E’ anche il tuo caso?

U-POWER è, da sempre, estremamente attento alle problematiche legate alla sicurezza sul lavoro e si impegna attraverso una costante ricerca per proporre soluzioni tecnologicamente avanzate in grado di rispondere alle esigenze dei lavoratori. E’ grazie a questa politica di investimenti, legata alla ricerca, che U-POWER è diventato un punto di riferimento sul mercato nazionale e internazionale.

Oggi, abbiamo il piacere di avere con noi Michele Montagna: Dottore in Scienze Motorie, Chinesiologo UNC N.14307 – Unione nazionale Chinesiologi, Consulente e docente in Ergonometria da Lavoro, Prevenzione e Trattamento dei DMS (disturbi muscolo-scheletrici sul lavoro) e Certificato Formatore della Salute e Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs 81/2008).

---

 

U-Power:

Buongiorno Michele, di che cosa si occupa esattamene l’Ergonometria e perché è importante?


Michele:

L’Ergonometria è una scienza multidisciplinare che si occupa di studiare funzioni e interazioni tra l’uomo,
gli equipaggiamenti e l’ambiente.
L’equipaggiamento, ovvero tutto ciò che indossa il lavoratore, deve garantire allo stesso fattori psicologici che facilino il rapporto della propria antropometria, cioè le misure corporee, con la percezione dell’ambiente esterno adibito allo svolgimento dell’attività lavorativa, ivi compresi tutti i parametri fisici che li caratterizzano: temperatura, umidità, ventilazione, ecc.
Nella sostanza, se si indossa un abbigliamento funzionale, che tiene conto di tutti gli aspetti di cui ti ho parlato, la persona si sente a proprio agio ed entra in una condizione psicologica e cognitiva, intesa come carico mentale ricco di informazioni, più agevole e concreta.

Inginocchiarsi, arrampicarsi, flettersi su sé stessi, ecc. sono movimenti che, giorno dopo giorno, sovraccaricano il corpo di tensioni che si manifestano con contratture mio-fasciali, ovvero indurimenti delle fasce connettivo-fibrose interposte fra i muscoli.

 

U-Power:

Michele, U-POWER ti ha chiesto di testare i suoi capi di abbigliamento e, in modo particolare i pantaloni da lavoro Atom e la giacca Pluton. Che cosa è emerso dai test da te effettuati?

 

Michele:

Il pantalone modello Atom utilizza la tecnologia U-POWER 4 way stretch che è stata concepita contro l’intolleranza alle posture lavorative. Il tessuto è progettato conferendo una vestibilità al di sopra delle aspettative, per essere dei pantaloni da lavoro.

Sono risultati morbidi e confortevoli per via del tessuto semi-elastico che garantisce una piena libertà di movimento, anche in condizioni difficili come la movimentazione di carichi.
Ho testato i pantaloni con diversi movimenti e in differenti condizioni e ho potuto appurare una totale mancanza di stress, anche sulle ginocchia, una delle aree più sollecitate.

La tecnologia U-4 permette di poter contare su una funzionalità fisica e psicologica – che si traduce in maggior concentrazione e attenzione – più efficiente, in grado di migliorare la resistenza allo sforzo fisico, con riduzione dei fattori di rischio legati a infortunio nel breve termine e, al contempo, un miglioramento della circolazione periferica durante il lavoro e gli spostamenti con automezzi.

 

U-Power:

Quali sono gli aspetti peculiari che hanno influito sul risultato del test che hai condotto?

Michele:

Prima di tutto il tessuto, U-POWER 4 way stretch, che si muove in quattro direzioni per adattarsi al movimento e agevolarlo col minimo ingombro; resistente e morbido sulla pelle.
Poi, l’area del ginocchio:

• il cavo polpiteo - posteriormente al ginocchio, che ha una trama più morbida per favorire il minimo ingombro durante i piegamenti sulle gambe, a favore della circolazione sanguigna;
• mentre sulla parte anteriore, nelle zone più sottoposte a stress da usura e sfregamento, ci sono degli inserti ultraresistenti in poly-oxford 600D; questi inserti sono sia sulle ginocchia che sul battitacco.

La funzionalità e la ricchezza delle tasche:

• Due ampie tasche per ginocchiere;
• Due tasche laterali;
• Due tasche anteriori;
• Due tasche posteriori;
• Una tasca porta utensili con porta badge laterale a scomparsa.

La temperatura costante e il microclima garantito dal tessuto che è resistente all’acqua, traspirante e anche ad asciugatura rapida.

La comodità, data dalla regolazione in vita con elastico a scomparsa e dal carré posteriore, per un maggior comfort lombare.

E poi, Atom oltre ad avere una perfetta vestibilità, ha anche una linea slim molto giovane e moderna; ma questo è un parere personale che va aldilà del test…

U-Power:

E per quanto riguarda la giacca modello Pluton?

Michele:

Devo partire da una premessa importante.
Braccia e spalle, per un lavoratore, sono gli strumenti più concreti con i quali poter esercitare le proprie mansioni quotidiane. Ma, talvolta, le posture antalgiche, se non attenzionate e in mancanza di abbigliamento adeguato – mi riferisco alle calzature antinfortunistiche, pantaloni da lavoro, giacche, ecc. – conducono nel breve-medio periodo a stress psico-fisico e disfunzioni strutturali e organiche.

E’ fondamentale ricordare che l’uso di giacche da lavoro rigide e non conformi alla struttura morfologica inducono a fissare posture viziate senza averne la piena coscienza, ma automatizzandosi. Si manifesteranno, pertanto, una serie di sintomi senza cause apparentemente manifeste.

Il tessuto semi-elastico U-POWER 4 way stretch, morbido e confortevole, di cui è composta la giacca Pluton, garantisce una piena libertà di movimento al cingolo scapolo omerale riducendo i fattori di rischio legati a cervicalgia brachialgia, parestesia, ecc.

Ecco, allora, che Pluton accompagna l’efficacia funzionale della propria forza lavoro riducendo l’affaticamento e il senso di stanchezza generale a favore della resistenza e concentrazione.
Riducendo i fattori di rischio infortuni in tempi imprevedibili, la qualità della circolazione sanguigna e l’apporto di ossigeno e nutrienti verso muscoli, articolazioni, tessuti e organi se ne avvantaggia e si migliora in qualità di vita.

U-Power:

Michele, devo ammettere che non avevo mai considerato una giacca – o più in generale, un capo d’abbigliamento – sotto il punto di vista della salute; e sono piuttosto colpita dalla tua analisi.

Michele:

Non sei la sola, credimi!
E’ piuttosto comune valutare un capo d’abbigliamento “solo” sulla base del gusto e della funzionalità. Ma ti assicuro che una volta acquisita la consapevolezza dell’importanza di una valutazione da un punto di vista più tecnologico e più profondo, non torni più indietro, perché i vantaggi, a livello di libertà di movimento e di qualità della vita sono tali da risultare evidenti.

E anche sotto l’aspetto della funzionalità, Pluton, ha superato il test a pieni voti, perché è ricco di dettagli importanti come i polsini antivento e il cappuccio regolabile – entrambi a scomparsa -; gli inserti in reflex frontali e sulle maniche per garantire la massima visibilità e molte tasche: due frontali, due interne e una tasca portacellulare.

Insomma, il microclima è garantito e il capo è resistente all’acqua, traspirante e ad asciugatura rapida; mentre il tessuto U-4 si muove in quattro direzioni per adattarsi al movimento di braccia, spalle e cervicale senza interferire e con il minimo ingombro: è comodo, resistente, morbido sulla pelle e bello!

U-Power:


Michele, come possiamo aiutare i nostri lettori a capire quali abiti da lavoro U-POWER sono più adatti alle proprie esigenze?

Michele:

Per capire quale capo d’abbigliamento sia il più adatto, è necessario fare un’analisi del caso personale e della situazione lavorativa. Perciò, l’unico sistema è quello di fornire una consulenza specifica e per questo U-POWER, ha predisposto un piccolo questionario a step in cui vengono offerte diverse casistiche lavorative, condizioni di utilizzo, ecc. rispondendo alle quali, potrò fornire il consiglio più appropriato. Naturalmente, è una consulenza del tutto gratuita, offerta da U-POWER ai suoi lettori e, ovviamente, i dati forniti sono del tutto soggetti alla privacy.
La risposta verrà fornita direttamente via e-mail alla casella postale che verrà indicata.
In questo modo, la riservatezza è garantita e salvaguardata.

U-Power:

Michele, ti ringrazio ancora una volta per il tuo prezioso aiuto e non mi rimane che invitare i nostri lettori a compilare il form per non perdere questa fantastica occasione!

 

E, ovviamente, buon lavoro… con U-POWER!

 

 

 

Caro lettore, ci auguriamo che l’articolo sia stato di tuo gradimento. 
Se vuoi approfondire l’argomento e vuoi ulteriori informazioni, non esitare a contattarci attraverso il form sottostante.
Il nostro personale tecnico sarà lieto di rispondere alle tue domande nel più breve tempo possibile.


Tu domandi, U-POWER risponde!

  Acconsento al trattamento dei dati personali   Privacy policy