X

OPERAIO DI PRODUZIONE: LE DIFFICOLTÀ DI UN LAVORO STATICO

INTERVISTA A LORENZO, 32 ANNI, OPERAIO IN FABBRICA

Scarpe denver operaio
10SETTEMBRE


Quella dell’operaio è una categoria estremamente vasta, in cui la tipologia specifica di lavoro cambia in base al settore e alla tipologia dell’azienda.

Un operaio che lavora nel settore metalmeccanico, quindi, avrà mansioni molto diverse da un operaio inserito in fabbrica o nel settore terziario, come ad esempio la Logistica & Distribuzione.

Quello che è certo è che chi lavora in catena di montaggio, generalmente, passa molte ore in piedi e spesso arriva a fine giornata con un senso di stanchezza e gambe pesanti. Come ovviare al problema?

Lavorare in fabbrica in catena di montaggio, spesso, significa dover stare molte ore in piedi senza potersi sedere, in posizioni statiche e con posture che, a fine giornata, producono indolenzimenti vari a gambe e schiena, per non parlare dei piedi gonfi e doloranti.

Abbiamo incontrato Lorenzo, operaio generico in una linea di produzione e ne abbiamo parlato con lui.

Vediamo insieme che tipo di soluzione offre U-Power a questo problema.
 
 

  1. INCONTRIAMO LORENZO, OPERAIO GENERICO IN FABBRICA
  2. LAVORARE IN CATENA DI MONTAGGIO: QUALI SONO LE DIFFICOLTÀ?
  3. SCARPE PER LAVORARE IN PIEDI: DENVER LA SOLUZIONE U-POWER!

 

 

INCONTRIAMO LORENZO, OPERAIO GENERICO IN FABBRICA

 

 

U-Power:

- “Ciao Lorenzo, tu hai 32 anni e lavori da cinque anni come operaio di produzione, raccontaci la tua storia.”

 

Lorenzo:

- “Beh, la mia storia non è diversa da quella di molti miei coetanei. 
Come hai detto tu, lavoro da cinque anni come operaio di produzione. Prima lavoravo come magazziniere ma poi ho cambiato città; la mia ragazza abitava a 50 km da me e la cosa cominciava a creare qualche problema. 
Abbiamo deciso di andare a convivere e, tra i due, io ero quello che aveva più facilità a trovare un altro lavoro, così mi sono buttato in questa nuova avventura. Sono stato abbastanza fortunato e ho trovato piuttosto in fretta un’altra soluzione e, a distanza di cinque anni, sono davvero molto contento!”

 

U-Power:

- “Una bella storia la tua, dove l’amore è protagonista! Che differenze ci sono tra il lavoro che svolgevi prima e il tuo lavoro attuale?”

 

Lorenzo:

- “Allora… di differenze ce ne sono tante. Prima facevo un lavoro piuttosto dinamico: carico e scarico di merce e prodotti, sistemazione a magazzino, controllo della merce… mi muovevo molto, insomma e il lavoro era piuttosto vario.
Adesso, faccio un lavoro più statico, in cui mi muovo molto meno e lavoro su più turni. Quindi, ci sono giorni in cui attacco al mattino, altri in cui lavoro la notte. Però, questo mi permette di avere delle mattinate libere, che sono sempre utili e, anche se all’inizio ho fatto fatica, adesso non mi disturba più. Poi, la mia ragazza fa l’infermiera, quindi siamo abituati ai turni…”

 

 

LAVORARE IN CATENA DI MONTAGGIO: QUALI SONO LE DIFFICOLTÀ?

 

 

U-Power:

- “In che cosa consiste esattamente il tuo lavoro?”

 

Lorenzo:

- “Io lavoro in una catena di montaggio e, principalmente, controllo che tutto proceda come deve. Il mio è soprattutto un lavoro di monitoraggio, non solo del prodotto ma anche legato agli strumenti di produzione. Quando qualcosa non procede come dovrebbe, la fase successiva della catena si blocca, quindi, è molto importante che io riesca a individuare prontamente le eventuali anomalie.”

 

U-Power:

- “Quindi, Lorenzo, se ho capito bene, nel tuo lavoro non ti muovi molto, sei fisso in una postazione…”

 

Lorenzo:

- “Eh sì, non mi muovo quasi per niente, sono sempre in piedi e faccio sempre le stesse cose e gli stessi movimenti. Questo, purtroppo, si avverte su piedi e gambe e dopo un po’, quando arrivi a sera te ne accorgi…gambe pesanti, piedi gonfi… cose così, insomma.

 

U-Power:

- “Come risolvi questo problema?”

 

Lorenzo:

- “All’inizio facevo davvero fatica. La mia ragazza, che è infermiera, mi consigliava massaggi, pediluvi, ecc. Poi, un giorno, ne ho parlato con mio suocero che mi ha indirizzato a un suo amico che ha un negozio di antinfortunistica.
In tutta sincerità, io ho sempre pensato che le scarpe da lavoro fossero tutte uguali. Cioè, tolta la classe di protezione che varia, ho sempre scelto le mie calzature antinfortunistiche in base all’estetica e non mi sono mai soffermato a studiarne le caratteristiche.
Invece, l’amico di mio suocero mi ha aperto un mondo e ho scoperto che in base al lavoro che svolgi, ci sono scarpe più o meno adatte a prevenire o risolvere i problemi specifici derivanti dal tuo lavoro.”

 

U-Power:

- “Ad esempio?”

 

Lorenzo:

- “Beh, ad esempio, ho scoperto che alcune scarpe antinfortunistiche hanno un inserto che ti permette di recuperare energia mentre lavori, altre hanno delle tecnologie che ti permettono di ridurre gli shock, altre aumentano la stabilità. Insomma, non ce n’è una uguale all’altra: mi si è davvero aperto un mondo!”

 

 

SCARPE PER LAVORARE IN PIEDI: DENVER, LA SOLUZIONE U-POWER!

 

 

U-Power:

- “E nel tuo caso, quali scarpe ti hanno consigliato?”

 

Lorenzo:

- “A me sono state consigliate le scarpe U-Power della linea Red Industry che, come dice lo stesso nome della linea, sono specifiche per chi, come me, lavora in una industria e, in modo particolare, come operaio in una catena di montaggio.”

 

U-Power:

- “Puoi spiegarci quali sono i vantaggi delle Red Industry?”

 

Lorenzo:

- “Allora, Ottavio – l’amico di mio suocero – mi ha spiegato che queste scarpe hanno un sottopiede innovativo, con una tecnologia particolare. Io non ti so spiegare bene ma, che tu ci creda o no funziona!”

 

U-Power:

- “È vero, le Red Industry hanno in dotazione la rivoluzionaria soletta WOW2: un sottopiede con struttura arco plantare in soffice mescola Dynamic di BASF con straordinarie proprietà automodellanti a cui si accompagna un inserto antifatica in grado di alleviare lo stress corporeo. Il risultato è una sensazione di maggior comfort, più equilibrio e distribuzione degli shock già dalla prima volta che le indossi e da subito ti aiutano a ridurre il senso di affaticamento.
Tu quale modello hai scelto tra la vasta gamma di proposte?”

 

Lorenzo:

- “Beh, io ho scelto le Denver perché il verde è il mio colore preferito. Ma anche per la tomaia in pelle scamosciata forata che aiuta la traspirazione del piede. Cioè, è in pelle – quindi perfetta per questo periodo – ma allo stesso tempo, fresca e traspirante.
Io mi sento di consigliarle!”

 

U-Power:

- “Grazie Lorenzo, per averci raccontato la tua storia e per tutte le preziose informazioni che hai condiviso con noi.”

 

E tu, cosa aspetti? Cerca il rivenditore più vicino a te e scopri tutti i vantaggi delle scarpe da lavoro U-Power!

U-Power, abbigliamento e scarpe da lavoro di Qualità.
 

Caro lettore, ci auguriamo che l’articolo sia stato di tuo gradimento.

Se vuoi approfondire l’argomento e vuoi ulteriori informazioni, non esitare a contattarci attraverso il form sottostante. Il nostro personale tecnico sarà lieto di rispondere alle tue domande nel più breve tempo possibile.

Tu domandi, U-POWER risponde!

Iscriviti alla nostra Newsletter

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Trova un Rivenditore U-Power
TROVA UN RIVENDITORE U-POWER
Copyrights © U-Power - Don't Worry... be happy!

by U-POWER GROUP S.P.A.

Partita IVA: 01285140032

Numero REA: NO - 163970

Credits

by U-POWER GROUP S.P.A.

Partita IVA: 01285140032

Numero REA: NO - 163970

Credits